fbpx

Giochi da fare all’aperto: quali, come e quando

Giochi Da Fare All Aperto

I giochi da fare all’aperto sono veri e propri catalizzatori di esperienze e di conoscenze.  Aiutano il benessere psico-fisico del bambino e stimolano la socializzazione. Individuali  o di gruppo,  consentono la costruzione di rel-azioni e attività di tutela e salvaguardia dell’ambiente.

I giochi da fare all’aperto rappresentano la massima libertà di espressione del bambino e consentono di rapportarsi nel modo giusto con la natura.
Soprattutto con le belle giornate, i bambini hanno la possibilità di sperimentare attività motorie, conoscenza diretta dei ritmi delle stagionalità. E sviluppare relazioni di gruppo, quindi di crescita collettiva.

Infatti “Imparare giocando” è una delle prerogative principali dei giochi da fare all’aperto.
Queste sono tra le attività preferite dai più piccoli, soprattutto perché consentono una larga possibilità di movimento, che aiutano i bambini a sperimentare la sensazione di libertà e indipendenza.

Inoltre, grazie ai giochi da fare all’aperto è più probabile fare nuove conoscenze, sviluppare la innaturale capacità di socializzazione e imparare i concetti di aiuto reciproco e, sfida con se stessi e con gli altri.

Quindi, con l’utilizzo di strumenti semplici e naturali, o in gruppo, i bambini di tutte le età si incontrano così su un palcoscenico “naturale” per esprimersi al massimo. Dalla semplice corsa al contatto con gli alberi e le foglie, ai giochi collettivi di competizione e apprendimento.

E il contatto diretto con l’ambiente naturale consente infatti l’allestimento di scenari magici e fantasiosi. Ad esempio la costruzione di armi giocattolo, ma anche di riprodurre tutte le ambientazioni più ingegnose e creative possibili, vicine insomma alla loro rappresentazione del mondo.

Giochi per bambini da fare all’aperto

Fra i giochi per bambini da fare all’aperto troviamo principalmente quelli che prevedono un’attività motoria.
Individuale o di gruppo, sarà esaltante dare la possibilità al bambino di entrare in contatto con l’ambiente circostante per apprendere la capacità di relazionarsi agli altri, nell’ottica di educazione al confronto e al rispetto.

Che sia attraverso l’utilizzo di giochi in legno, dal boomerang ai birilli, ma anche dalle palette che richiamano gli attrezzi da giardinaggio. Passando per l’uso delle corde per saltare, spade e scudi, i bambini sono particolarmente attratti dalle varietà di giochi da fare all’aperto.

Anche in assenza di strumenti veri e propri, l’ambiente circostante è un valido stimolante per la creatività e la fantasia. Con la riproduzione di ambientazioni magiche e imprese mirabolanti.

E’ bene inoltre considerare che il contatto del bambino con la natura stimola la conoscenza diretta dell’ambiente e promuove comportamenti tesi al rispetto dell’ecologia.

Appunto la grande varietà di ambienti naturali caratterizzerà le nostre scelte.
Se l’ambientazione di riferimento sarà la spiaggia e il mare, allora fra i giochi per bambini da fare all’aperto troveremo anche le racchette, palette o tavole da surf. senza trascurare la possibilità di catalogare una varietà infinita di conchiglie e pietre, per dimensioni e colore.

Se invece la nostra ambientazione sarà la montagna, sarà più facile e agevole prendere in considerazione tutte le opportunità di scoperta che quell’ambiente offre al bambino, per stuzzicare la curiosità, l’esperienza. E quindi la conoscenza.

Giochi da fare in gruppo all’aperto

I giochi da fare in gruppo all’aperto implicano un elevato grado di socialità.

Nel rapporto con l’altro e nella definizione degli spazi vitali, ogni bambino apprende il rispetto, la solidarietà. La sana competizione e lo spirito della cooperazione per raggiungere un obiettivo comune.

Validissimi esercizi in questo senso sono il gioco della corda per saltare, in cui si acquisiscono coordinamento e ritmo, ma anche velocità ed agilità.
Senza contare l’elevata funzionalità dei giochi di squadra, giochi con la palla, che prevedono staffette o corse.

Pallaprigioniera, rubabadiera, la corsa dei sacchi, i quattro cantoni ed altri, sono solo alcuni degli esempi forniti per semplificare il concetto di giochi da fare all’aperto.
E che presuppongono l’attivazione della logica delle relazioni di gruppo.

Nella vasta gamma delle proposte troviamo anche il gioco delle bocce, il tiro al bersaglio e il set di bowling per citare gli esempi che presuppongono l’utilizzo di strumenti semplici ed ecologici.

Inoltre, all’elevato grado di sviluppo della socialità e delle capacità inter-relazionali bisogna attribuire ai giochi da fare in gruppo all’aperto la funzione pedagogica del rispetto e salvaguardia ambientale.

Appunto un elemento oggi considerato imprescindibile nell’educazione del cittadino del futuro che avrà l’onere di tutelare il pianeta dalla crisi climatica.

Infatti il contatto diretto con la natura tenderà a stimolare la capacità di cura e la difesa delle specie animali che popolano il pianeta. Innescando nel bambino atteggiamenti positivi e di rispetto a cui saranno chiamati ad aderire anche i genitori.

E proprio la visione ecologista incrocia dunque la necessità di recuperare la condivisione del gioco fra bambini e genitori.
Anche di adottare comportamenti responsabili utili a mitigare l’inquinamento ambientale.

Giochi da fare all’aperto con i genitori

Autorevoli studi accademici hanno dimostrato che trascorrere del tempo all’aria aperta è un’autentica necessità psico-fisica, non solo per il bambino ma anche per i genitori.

E superare i limiti dello spazio chiuso implica la possibilità di dare sfogo non solo alla vivacità del bambino, ma anche di rafforzare la complicità con i genitori.

Infatti, recuperando la funzione sociale del gioco, dello scambio positivo di relazioni e apprendimento, sarà possibile riequilibrare il valore del tempo libero e la capacità di tessere empatie radicali. Faranno dei bambini adulti consapevoli e responsabili.

I giochi da fare all’aperto per bambini e in generale un’attività ludico-ricreativa fuori casa stimola la socializzazione e consente di praticare dell’attività fisica. Assolutamente necessaria a sviluppare capacità motorie, ma anche a prevenire l’insorgenza di alcune patologie come l’obesità.

Purtroppo la propensione a immobilizzare i bambini davanti alla tv digitale o ai videogames per la scarsa disponibilità dei genitori, ha ridotto drasticamente il numero di ore da trascorrere all’aperto.

Invece, trascorrere del tempo libero in spazi aperti e verdi aiuta i bambini a scaricare lo stress, le tensioni e le frustrazioni accumulate durante il giorno. Favorendo il riposo e il sonno durante le ore notturne.

Dunque, i giochi da fare all’aperto necessitano di ritrovare una giusta collocazione negli spazi familiari, per azzerare le distanze che intercorrono fra la vita frenetica dei genitori assorbiti dal lavoro, e la necessità dei bambini di godere di tutte le prerogative previste dai diritti d’infanzia.

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + dodici =