fbpx

Il mondo del giocattolo in legno e non

La ludoteca per bambini, cos’è e dove trovarla

La ludoteca per bambini è uno spazio che promuove la cultura dell’infanzia. Qui si riconosce il ruolo primario del gioco come strumento principale dell’apprendimento. Ma soprattutto dell’educazione.
Socializzazione, integrazione e partecipazione attiva sono i pilastri della frontiera pedagogica, quindi dei cittadini del futuro.

La ludoteca è un ampio spazio attrezzato con giochi e giocattoli dedicato allo svago, oltre che alla crescita.
Meglio se potesse replicare uno scenario fiabesco. Basti pensare a quello della Foresta di Sherwood.

La ludoteca per bambini

In questo spazio di socializzazione, collaborazione e condivisione i bambini apprendono i valori del gioco. Infatti si tratta di spazi complementari all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia. E interamente dedicati ai principi della formazione e dell’esperienza.

Lo spazio è aperto ai bambini dai 3 ai 5 anni e dai 6 ai 10 anni,  ma anche a genitori ed educatori.

Per l’ambientazione e giocattoli, laboratori e giochi di squadra, la ludoteca si qualifica come ambiente formativo. Proprio in questo contesto ogni bambino ha la possibilità di esprimersi al meglio.  E può confrontarsi con gli altri. Tutto nella più ampia cornice dell’apprendimento e della crescita culturale.

Inoltre ogni ludoteca viene pensata per ricavare uno spazio in un contesto territoriale. Quindi non una realtà ovattata, ma un luogo aperto alle contaminazioni. Per questo motivo una ludoteca per bambini non è soltanto un ambiente fisico, ma anche la riproduzione di uno spazio immaginario.

Come nel caso della Foresta di Sherwood.
In questo caso riproduce uno spazio di libertà contornato da immaginazione e creatività.
Qui la scelta dei giocattoli in legno non sarebbe una casualità. Infatti sono presenti giochi montessoriani e i giochi steineriani, con particolare attenzione alle attività didattiche di gruppo e collettive. Senza contare i laboratori sulla salvaguardia ambientale e delle foreste. Proprio attraverso il gioco e l’animazione la ludoteca diventa un luogo “immaginifico”. Così da consentire ai bambini di tutte le età di sentirsi a proprio agio.

Il ruolo di una ludoteca per bambini assume pari rilevanza a quella di una agenzia educativa. Qui si applica naturalmente il metodo dell’imparare facendo. Infatti il gioco e i giocattoli sono al centro dei progetti di formazione ed educazione, oltre che dell’autonomia e della responsabilità.
Senza trascurare però il rispetto delle regole e degli altri.

Aprire una ludoteca per bambini

Aprire una ludoteca significa non solo circoscrivere un luogo, ma soprattutto iniziare un progetto di crescita culturale. Un obiettivo che presuppone la scelta di materiali, oltre all’arredamento e una mission educativa. Così da diventare riferimento sul territorio.

Lo spazio viene pensato per favorire la più ampia integrazione fra i bambini e i genitori. Infatti proprio questi ultimi hanno la possibilità di ricavarsi spazi di condivisione,  ma anche di osservare i bambini e confrontarsi con gli altri.

Qui i giocattoli e le attività consentono l’imitazione e la emulazione.  Ciò avviene attraverso il movimento, attraverso la mimica e le costruzioni. Per non parlare dei giochi di società.

Ogni ludoteca è dotata solitamente di spazi riservati alla lettura, alla costruzione di storie e favole. Così come spazi riservati alla musica e alle arti in generale. E tutte le attività laboratoriali si avvalgono di materiale multisensoriale.

La ludoteca per bambini fa sempre riferimento ad uno specifico progetto educativo: gli spazi e i tempi di frequentazione. Ma anche alla dotazione dei materiali. Oltre che ai rapporti con le famiglie e all’ambiente circostante.

La concertazione dello spazio inteso come scenografia del contenitore diventa contenuto.
In questo modo si incontrano le esigenze delle famiglie, e i bisogni dei bambini. Oltre all’impegno degli operatori e l’apertura all’apprendimento.

Sarà utile per la ludoteca sviluppare partenariati con altre realtà del territorio. Ad esempio con le scuole e le associazioni sportive. Così come potrebbe rivelarsi interessante l’ingresso in una rete nazionale di ludoteche. In modo tale da promuovere scambi e iniziative.

I giochi nella ludoteca per bambini

I giochi all’interno della ludoteca per bambini sono un catalizzatore di socializzazione. Infatti oltre ai giochi di imitazione e simbolici troviamo anche quelli di costruzione e ingegno. Ma anche quelli di regole e movimento. Comprese tutte le innumerevoli attività laboratoriali.

Qui si stimola la fantasia e si solletica la creatività. Quindi si dà il via alle costruzioni, ma anche alla pittura, alla musica e alla scrittura. E poi ancora alla danza e al teatro. Inoltre si offre ampio spazio all’immaginazione.

Tra le attività previste dalla ludoteca per bambini c’è anche l’organizzazione di feste. Oltre agli incontri, mostre, seminari e manifestazioni. Tutto a misura di bambino.

I giocattoli in questo contesto hanno una funzione differente. Alimentano il senso dell’empatia e svolgono la funzione dell’inclusività. E ovviamente dell’integrazione.

L’importanza di una ludoteca

In una realtà territoriale una ludoteca per bambini consente di sviluppare la funzione dell’orientamento. Infatti tutte le attività proposte in questo spazio consentono di stimolare il pensiero, supportano le abilità di gioco del bambino.

Si tratta di una vera e propria palestra in cui è importante giocare a far giocattoli, oltre che a fare comunità. In questo modo sarà possibile meglio comprendere l’ambiente e forgiare i cittadini del futuro.

Qui cui la partecipazione attiva all’apprendimento delle abilità si fonda sul fare. Quindi  sulle esperienze concrete. I bambini potranno replicare ciò che imparano giocando anche nella vita reale.

Con le attività interdisciplinari proposte dai laboratori ogni bambino avrà modo di sperimentare, potrà collaborare con gli altri e fare la sua parte.
Spetta all’educatore valorizzare le personalità  supportando le abilità e incentivando al miglioramento. Così da sollecitare interesse e motivazione.

La ludoteca per bambini è un campo di sperimentazione del linguaggio. Tutto è concepito a dimensione del bambino. Quindi può anche essere considerato un osservatorio per la comunicazione. Insomma un mondo in cui incontrarsi più facilmente.

 

La cucina per bambini e il suo fascino

La cucina per bambini riscuote da sempre un fascino straordinario e rientra fra i giochi più stimolanti. «Non importa quanta dignità tu abbia. Se un bambino ti passa una tazzina vuota, tu bevi». Su questo imperativo si basa il pensiero universale che narra il rapporto fra grandi e piccoli.

E’ ormai riconosciuto che per comunicare con un bambino è necessario entrare nel suo mondo e scendere al suo livello.

Ogni bambino impara per imitazione e il gioco di ruolo alimenta fin dalla prima infanzia sani percorsi di crescita. Tra i giochi di ruolo preferiti troviamo l’imitazione della mamma o del papà, o l’immedesimazione in ruoli come la maestra, il poliziotto, il medico.
Ovvero tutte quelle figure che il bambino è in grado di riconoscere e distinguere.

In questo contesto si inserisce il valore della cucina giocattolo.
Uno strumento che consente l’imitazione, e proietta il bambino nel mondo dei grandi, lo immedesima nelle storie.

Senza contare l’elevato potenziale educativo nel campo dell’alimentazione e della conoscenza dei cibi. Quasi tutte le campagne educative per una corretta alimentazione si avvalgono della cucina giocattolo come strumento efficace di comunicazione.

Di qui il protagonismo della cucina per bambini che assolve a molteplici funzioni e apre un ventaglio di spunti educativi su cui scommettere.
Il bambino impara a riconoscere e ad identificare la frutta, la verdura e gli accessori da cucina, oltre agli alimenti.

A questo aggiungiamo l’elevato potenziale di socializzazione spinto dal gioco di squadra. Infatti nella cucinetta in legno per bambini ognuno avrà il suo ruolo: chi cucina, chi lava i piatti, chi serve a tavola.
In questo modo lo sviluppo dell’immaginazione sarà arricchito dai dialoghi e dallo scambio collettivo.

Cucina giocattolo in legno

La cucina in legno è senza dubbio il miglior gioco di imitazione che consente di sviluppare capacità motorie e di coordinamento. Senza contare l’elevato apporto sulla stimolazione della creatività e fantasia.

La cucina per bambini in legno dovrebbe essere conforme alle più severe norme di sicurezza della Comunità Europea, e garantire vernici atossiche e saliva resistente.
Oltre ad avere un innaturale fascino per i bambini, la cucina in legno può anche essere utilizzata come complemento d’arredo per la cameretta o altri ambienti della casa.

Il vantaggio di preferire il legno sta anche nella durevolezza del gioco stesso, meno esposto all’usura.
Con i design più svariati, che prevedono addirittura i set giocattolo in legno per fare la pizza in casa , fino alla cucina giocattolo che prevede il tagliere, coltello e verdure.

La gamma di prodotti di altissima qualità offerti da Giochi in Legno prende in considerazione anche divertentissimi accessori. Ad esempio la piccola cucina include il forno, 2 piastre, il microonde, e lavello e rubinetto orientabile. Nella confezione è incluso il set di accessori con padella, pentola, teiera, stoviglie, posate, utensili da cucina e molto altro.
E’ un gioco adatto per bambini da 3 anni in su e assicura ore di gioco sereno.

Cucina giocattolo per bambini

La cucina per bambini è in grado di impegnare per ore i più piccoli nel gioco della simulazione di tutte le attività svolte in cucine.
Un’attività che presuppone l’osservazione attenta dei piccoli, che tenteranno di replicare quanto hanno appreso dai genitori.

Dalla scelta degli ingredienti fino alle abilità motorie, i bambini avranno modo di sviluppare creatività e personalità.
Infatti i giocattoli per la cucina sono i preferiti dai bambini, perché hanno la possibilità di trasferire nella vita reale ciò che simulano.

Nella imitazione della mamma o del papà preparano pietanze, puliscono, distinguono alimenti. Senza contare l’imitazione delle maniere, ovvero l’orario e l’utilizzo del set del te, il distinguo fra il te e il caffè.
Nel gioco in compagnia i bambini tendono a replicare le abitudini dei genitori, ma anche ad includere nuovi personaggi come bambole o orsetti.

Cucina giocattolo con accessori

L’inserimento della cucina per bambini fra i giochi consente al bambino di riconoscere oggetti e colori. Infatti l’ambiente della cucina offre per antonomasia il maggior numero di stimoli e curiosità per un bambino.

Non solo per la preparazione di cibi, che variano dal pranzo alla merenda, dal dolce al caffè. Ma anche per l’utilizzo di determinate apparecchiature che catturano l’attenzione dei più piccoli.

Dalla simulazione del tostapane fino al set per barbecue con gli accessori in legno, i bambini posso imitare la vita degli adulti.
Grazie al set pasticceria i bambini si divertiranno a tagliare la torta quante volte vorranno.

Addirittura con la bilancia potranno allenare le affinità con i numeri e i pesi. In questi giochi l’utilizzo dei materiali utilizzati è fondamentale. Il materiale più naturale, come il legno, è sicuramente più sicuro e adatto ai piccoli.

Cucina giocattolo bimba

La cucina per bambini ha davvero un fascino particolare perché ha l’aspetto di una vera cucina di casa in miniatura. Le cucine giocattolo sono dotate di fornelli, lavandino, forno, frigorifero, sportelli e ripiani.

Alcune sono dotate di accessori o lavagne per scrivere lista della spesa o ingredienti per ricette. Così che nella simulazione della vita degli adulti i bambini possono sperimentare tutte le attività di casa.

Imparano a distinguere gli strumenti e il loro utilizzo, a seguire un ordine cronologico delle attività, a mantenere pulito e ordinato. Oltre alla cucina per bambini è possibile trovare tutti quegli strumenti utili a mantenere pulita la cucina, proprio come farebbe un genitore.

Infatti la cucina giocattolo contempla la possibilità di pulirla con acqua e saponi naturali. Per seguire l’adagio dell’imparare giocando è bene sollecitare l’imitazione di tutte le attività che si svolgono in casa.

Intanto la cucina per bambini consente non solo di allenare la creatività dei più piccoli, ma anche di spingere il gioco con i genitori stessi.
Spetta a loro infatti il compito di solleticare i bambini per il riconoscimento degli oggetti, identificare un alimento, il colore, la forma.
Così si sperimenta, si sbaglia e si impara. Quindi si cresce.

Cucina giocattolo e alimenti

La cucina per bambini consente al bambino di mettere in pratica ciò che ha lungamente osservato. Qui avrà la possibilità non solo di utilizzare finalmente pentole, posate, ciotole e scolapasta, ma anche di imparare gli alimenti.

Il piano di lavoro diventa così anche un banco di conoscenze che lo renderanno più consapevole delle sue abilità. Per ogni bambino replicare le attività degli adulti è fonte di soddisfazione e appagamento.

Così anche mangiare determinati cibi diventa una buona palestra per una corretta alimentazione. Frutta, verdura, pesce e uova saranno gli alimenti in legno della cucina giocattolo che non potranno mancare.
Dal tagliere di frutta al cesto per il pic nic, ma anche la pizza, il vassoio di pasticcini e la torta di fragole. Senza contare il set di verdure, generalmente poco apprezzate dai bambini.