fbpx

Come pulire i giochi di legno e non

Come Pulire I Giochi

In questo articolo vogliamo fornirti indicazioni utili su come pulire i giochi di legno e non di tuo figlio in modo semplice, sicuro ed ecologico.

Igienizzare i giochi dei bambini richiede impegno, ma soprattutto qualche accortezza riguardo al tipo di materiale e al tipo di lavaggio necessario.

Pulizia ma senza esagerare

Se sei diventato genitore da poco, potresti essere colpito  dalla “fobia per germi e batteri” che accomuna tanti neogenitori alle prese con i primogeniti.
Sicuramente ti auguri che mai possano finire sulla bocca o sulle mani di tuo figlio “pericolosissimi” microbi o bacilli ma ti possiamo assicurare che è una battaglia persa in partenza.

Comunque, senza mai esagerare, è normale, quando si diventa mamma e papà, pensare al bene dei propri figli, garantendo loro sicurezza e salute prima di tutto.

Di conseguenza si igienizzano le mani del piccolo continuamente, si lavano gli oggetti se cadono per terra e si sterilizzano ogni giorno ciucci e biberon fino ai 6 mesi.

Poi arriva il momento della dentizione e della sperimentazione, quando ogni cosa, in particolar modo i giocattoli, vengono messi in bocca dal piccolo.

Numerosi bambini, già intorno ai 3 o 4 mesi, riescono a portare alla bocca le proprie dita, ma anche gli oggetti che riescono ad afferrare.

L’esplorazione e l’assaggio con la bocca diventano un’esperienza sensoriale decisamente più intensa rispetto a quella provata attraverso le dita.

Quando dopo i 6 mesi il bambino inizia lentamente a muoversi, gli oggetti a portata di esplorazione orale aumentano a dismisura. E dopo le prime esperienze con il cibo, i bimbi si chiedono spesso quale gusto possano avere gli oggetti.

Per cui è bene igienizzare e mantenere puliti, per quanto possibile, giocattoli e oggetti presenti in casa.
Di seguito puoi trovare alcuni consigli su come pulire i giochi dei tuoi bambini in base a tipologia e materiale.

Come pulire i giochi dei neonati

Se pensiamo ai giochi dei neonati, cioè a quelli che il bambino usa dai 3 mesi ai 9 mesi circa, allora pensiamo a sognagli, palestrine, Doudou, libri di stoffa, giochi in legno.
Questi giocattoli regolarmente entrano a contatto con la bocca dei piccoli e inevitabilmente finiscono sul pavimento.

Quindi per poterli igienizzare ed eliminare probabili germi e batteri, come prima cosa devi verificare il materiale di cui è fatto l’oggetto, e se presente, verificare le istruzioni sull’etichetta.

Sembra banale, ma l’acqua è sempre la soluzione migliore.
Ma non tutti i giocattoli possono essere immersi e lavati come i vestiti in lavatrice o come i piatti nella lavastoviglie.

Ogni materiale richiede la sua giusta pulizia.

Come pulire i giochi in base al materiale

Giocattoli di stoffa

I Doudou solitamente sono regali che i neonati ricevono alla nascita da amici e parenti, e vengono posizionati nella carrozzina o nella culla come compagnia.
Questi giocattoli, intrisi dell’odore della mamma, sono spesso usati  come un ciuccio e quindi portati alla bocca.
In questo caso il lavaggio deve essere regolare, come lo si fa per i ciucci e per i biberon, ma con acqua calda e detersivo neutro.
Ammorbidenti o detersivi troppo profumati sono sconsigliati in questo caso, perché sostanze chimiche potrebbero poi finire nella bocca del piccolo.
Quando il Doudou diventa indispensabile, allora ti consigliamo di acquistarne uno di scorta per sostituirlo durante il lavaggio e in caso di smarrimento all’aperto.

 Giocattoli in legno

Il materiale più consigliato per il gioco dei bambini è senz’altro il legno.
Perché è un materiale naturale, privo di sostanze tossiche, perché è caldo, sicuro e durevole.
La maggior parte dei venditori di giocattoli in legno inoltre, usa alberi da riforestazione nel pieno rispetto per  l’ambiente e colora i propri prodotti con vernici atossiche.

Ormai ogni giocattolo viene riprodotto in legno, con sembianze originali: cavallo a dondolo, biciclette, piste per macchine, case delle bambole, cucina giocattolo, puzzle, libri, costruzioni e giochi da tavolo o di società.
Il legno è indistruttibile e i giocattoli accompagnano intere generazioni.

In questo caso però la pulizia richiede più attenzione: se il giocattolo in questione viene messo spesso in bocca da tuo figlio, allora è possibile lavarlo attraverso una spugna con acqua e aceto.
L’aceto è un ottimo igienizzante antibatterico naturale.
Se invece il giocattolo è di grandi dimensioni ed è soggetto semplicemente alla polvere, allora basterà solo dell’acqua calda e una spugna.

Se si vuole invece eliminare righe o sporco da biciclette, librerie, cassettiere o tavoli è consigliabile diluire un goccio di detersivo per parquet o per legno in acqua.
Immergi la  spugna e passala sull’oggetto, sciacqua e lascia asciugare.

Giocattoli in plastica

Oggigiorno il mondo dei giocattoli è dominato da una grande varietà di materiali plastici dai colori vivaci.

Anche se i produttori garantiscono la sicurezza per i bambini e l’assenza di sostanze nocive, la marea di plastica nella camera dei bambini dev’essere vista in modo critico sotto l’aspetto ecologico e sanitario.
Ma spesso questi giochi sono più adatti ad ambienti esterni perché resistono meglio agli agenti atmosferici come la pioggia.
Inoltre normalmente sono più leggeri rispetto al corrispondente giocattolo realizzato in legno.

Per quanto riguarda i giocattoli in plastica, consigliamo l’utilizzo di acqua calda e sapone neutro che laveranno tutto alla perfezione.

In qualche caso è possibile inserire nel cestello superiore della lavastoviglie, mattoncini, animali, soldatini o super eroi e avviare un lavaggio con detersivo ecologico.

Giocattoli di peluches

I peluches sono gli amici inseparabili dei bambini. E, come ben sai, vengono portati ovunque, per poi finire nel letto… Quindi hanno bisogno spesso di un bel bagnetto, proprio come i bambini.

In questo caso, il primo consiglio che ti diamo, è quello di controllare l’etichetta.
Dopodiché il nostro suggerimento è quello di inserirlo in una vecchia federa e lavarlo insieme agli altri capi in lavatrice a 30 gradi.
L’uso della federa proteggerà sia il pelo del peluche che i tuoi indumenti.

Ogni quanto pulire i giocattoli

Non esiste una regola precisa che stabilisca il momento della pulizia dei giochi.
Ogni genitore è presente costantemente nella vita dei propri figli e di conseguenza anche in quella dei loro giocattoli. Per cui si sa quando un determinato oggetto è abbastanza sporco da essere lavato e igienizzato.

Attenzione però a non esagerare con l’igiene.
E’ fondamentale che i bambini entrino in contatto con germi e batteri per permettere al loro sistema immunitario di svilupparsi. Puliti si, maniaci no!

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − tredici =